martedì 13 ottobre 2015

Secondo mese in America

Ciao a tutti, 
apro questo post ringraziando tutti coloro che sono passati dal mio blog e hanno letto qualcosa. Dall'ultima volta che ho aggiornato non mi aspettavo così tante visualizzazioni e sapere che qualcuno legge i miei post mi aiuta a trovare la forza di aprire il computer e scrivere quello che mi succede.

Oggi è il 13 Ottobre e sono in america già da due mesi. Il tempo vola veramente e scusate se lo ripeto in ogni post, ma è la verità. 
Non ho aggiornato prima perché ho avuto un brutto periodo, non mi andava di scrivere e avevo altre cose a cui pensare. 
Ora sto meglio, ma non vi parlarlo dei miei problemi perché non interesserebbero a nessuno.
Spendo solamente due parole per i futuri exchange students, visto che tra un anno potrebbero essere in difficoltà come lo sono stata io: se avete dei problemi sfogatevi con qualcuno perché vi aiuterà sicuramente! 
Io tendo sempre a tenermi tutto dentro e non parlo mai con nessuno perché sono fatta così, ma la mia famiglia ospitante dopo avermi vista giù, mi ha aiutato tantissimo a esternare i miei sentimenti e mi sono sentita meglio. Le famiglie ospitanti sono qui per noi, e anche se sembra strano, piano piano diventano una seconda famiglia a tutti gli effetti.

Chiudo questa breve parentesi e ritorno a parlarvi del mio secondo mese qui in California cercando di fare un breve bilancio!

  • La lingua migliora giorno per giorno: ora capisco tutto quello che mi dicono e penso di aver superato alla grande la barriera linguistica, anche se imparo sempre parole nuove che vanno ad arricchire il mio vocabolario. Adesso riesco a parlare con gli altri e scrivere non è più frustrante visto che ho più termini a mia disposizione. Cerco di partecipare il più possibile e condividere quello che ho da dire, nonostante il mio accento italiano sia abbastanza presente. 
  • La scuola è più facile di quella italiana, ma c'è sempre qualcosa da fare tutti i pomeriggi per ogni materia. Sto imparando a lavorare in squadra ed in classe ci si aiuta un sacco. Se non capisci qualcosa il prof te la rispiega ed i tuoi compagni ti aiutano. I miei voti sono molto buoni e sono molto soddisfatta. Per quanto riguarda le attività extrascolastiche, domani ho il primo incontro del club per exchange students e sono troppo contenta di partecipare! 
  • Ho molto tempo libero e visto che devo aspettare la prossima stagione per entrare in una squadra scolastica, nel frattempo vado a correre e mi alleno da sola. Ogni giorno ho ginnastica a scuola e ogni mercoledì corriamo un miglio (che corrisponde ad un city block). La prima volta che ho dovuto farlo pensavo seriamente di morire perché sono la persona meno atletica di questa terra, ma ogni settimana miglioro il mio tempo e sono sempre la prima ragazza della classe a tagliare il traguardo! L'America mi sta facendo bene, perché mi ha fatto scoprire che ci sono tante belle cose oltre ai libri e alla scuola (che in Italia occupa praticamente tutto il mio tempo). La settimana scorsa abbiamo giocato a flag football e ho fatto pure un touchdown!
  • Mi sto trovando veramente benissimo in famiglia e mi sento parte integrante di essa. E' strano sentirsi in famiglia nonostante non sia la tua famiglia naturale, ma ho avuto la fortuna di capitare con delle persone fantastiche che mi hanno aiutato molto specialmente in questo ultimo periodo. Ogni weekend facciamo qualcosa insieme e non mi annoio mai. Mi hanno detto che andremo a fare un road trip ad Aprile e non vedo l'ora.
  • Per quanto riguarda gli amici... una domanda di riserva?! Ahaha :) scherzo! Sono una persona timida e la scuola gigante non mi aiuta a socializzare, ma ogni giorno saluto le poche persone che conosco e cerco di "attaccare bottone" con chiunque mi si avvicini. L'unica persona che veramente considero amica è Hannah e sono felice di averla incontrata perché mi sembra di conoscerla da sempre e abbiamo gli stessi interessi. Spero di andare al mall con lei questo weekend in modo da legare un po' e divertirci.
Tutto sommato il bilancio di Ottobre è positivo e nonostante questo secondo mese sia stato più triste del primo, non ho ripensamenti sulla mia esperienza americana e ritornerei da capo per rimanere qui due mesi in più.

Un anno fa mi iscrivevo al programma exchange di Wep ed ora sono qui, dall'altra parte del mondo, e non mi sono mai pentita della mia scelta! Se state leggendo e siete indecisi se iscrivervi o no, il più grande consiglio che posso darvi è quello di iscrivervi :) I progressi con l'inglese non sono niente se paragonati a tutto quello che questa esperienza mi ha dato e mi sta continuando a regalare!

Concludo questo post con un piccolo aggiornamento riguardo il pep rally visto che nel post in cui parlavo dell'Homecoming avevo scritto che era stato abbastanza deludente! 
Devo rettificare, perché il 2 Ottobre c'è stato il pep rally vero e proprio e abbiamo saltato dieci minuti di ogni lezione per andare in palestra e prendere parte all'evento. Tutte le classi erano divise ed avevano un colore: Freshman in azzurro, Sophomore in verde, Junior in giallo e i Senior in rosso. La palestra era bellissima, c'erano palloncini ovunque, cartelloni colorati con i motti della scuola e ognuno aveva un ponpon per supportare la propria annata. Durante il pep le cheerleader si sono esibite, le classi si sono sfidate con delle challenge divertentissime, hanno presentato le squadre Varsity e i prof hanno ballato la canzone "Watch me (whip/nae nae)".
E' stato fortissimo e penso che queste cose possano succedere solo qui in America: per quanto le nostre feste dei primini siano divertenti, non mi capiterà mai e poi mai di vedere i miei prof Italiani ballare tutti insieme al centro di una palestra sotto gli occhi dei loro studenti :) Vi lascio due foto del pep anche se non sono un gran che e non rendono molto l'idea.

Spero di scrivere presto e raccontarvi quello che mi succede qui!

Anna

Nessun commento:

Posta un commento