venerdì 14 luglio 2017

Chi non muore si rivede!

Ciao a tutti, 
ormai è da più di un anno che non scrivo, nonostante mi fossi ripromessa di aggiornare il blog al mio rientro in Italia. 
Come al solito non ho mantenuto i miei propositi, ma ho avuto molto da fare...

Il rientro in Italia è stato bellissimo, triste, stressante, intenso... non saprei nemmeno descriverlo, ma il ricordo di quel 18 Giugno è vivissimo. L'ultima notte in America l'ho passata in cucina perché avevo già sgomberato la camera e non sarei riuscita a dormire in alcun modo. Ero veramente agitata: mi sono messa al computer e ho scritto una lettera a ciascun componente della famiglia, per ringraziali dell'ospitalità e ricordare i momenti migliori trascorsi con loro. Ho messo in due chiavette USB tutte le foto che avevo scattato ed i video che avevo montato e poi le ho nascoste in due cassetti. Il resto della notte l'ho trascorso tra sonnellini da mezzora sul divano e risistemando lo zaino che sembrava dovesse scoppiare.

La mattina, la mia mamma e la mia sorella ospitante mi hanno accompagnato in aeroporto e salutarle é stato difficile, ho pianto tanto. 
Dopo mezz'oretta sono passata attraverso la sicurezza e mi sono seduta al gate aspettando l'imbarco.

Vedere Fresno dall'alto mi ha fatto tornare alla mente i primi giorni del mio anno all'estero in cui ero spaesata e tutto era una novità... da lassù si vedevano le strade ordinate, i supermercati, le scuole, le piscine, i campi da football e le autostrade, anche downtown Fresno con la sua skyline così particolare. Dopo un'oretta, dal finestrino, ho iniziato a vedere la Sierra, poi il deserto del Nevada ed infine Denver. 
Downtown Fresno
Lo scalo a Denver sembrava non finire più... l'aeroporto era immenso (tre strutture con una metropolitana che le attraversava trasversalmente). Ho trovato il mio gate e poi sono andata a mangiare: l'ultimo pranzo americano è stato da KFC, ma avevo lo stomaco troppo chiuso e ho mangiato poco e niente. 
Durante il volo da Denver a Monaco ero nella fila centrale, perciò non mi sono mossa, ho dormito e ho chiacchierato con le due persone che avevo ai lati. Uno era un trasfertista Lombardo che rientrava in Italia dopo due settimane a Denver, mentre dall'altro lato c'era una signora Trevigiana sulla cinquantina in viaggio con suo marito che non sapeva una parola d'inglese e mi chiedeva sempre cosa dicesse l'hostess. 
Siamo atterrati in anticipo a Monaco di Baviera: il cielo era grigio ed ha iniziato a piovere non appena siamo decollati per Milano. 
In aeroporto ho incontrato anche un altro ragazzo Ligure che rincasava dopo un anno in Oregon. Abbiamo chiacchierato un po' e siamo stati insieme fino al ritiro dei bagagli a Malpensa. Lui non vedeva l'ora di uscire, mentre io avrei avuto bisogno di un momento di solitudine estrema prima di rivedere la mia famiglia, ma appena sono arrivati tutti i bagagli, siamo usciti insieme e abbiamo abbracciato le nostre famiglie, poi ci siamo salutati. 

Una volta a casa sono andata a salutare i nonni, poi sono andata a votare per la prima volta in vita mia (c'era il ballottaggio per le elezioni comunali) e poi a casa, dove tutti i miei amici mi avevano organizzato una festa a sorpresa. Ho aperto la porta della cucina e sono saltati tutti fuori :) 
Anche il giorno dopo mi avevano organizzato una festa ed è stato bellissimo rivedere tutti.

Dopo la prima settimana è iniziato il vero stress. Sono tornata a scuola per parlare con i prof, e mi sono rimessa sui libri. Non è stato molto facile, ma ne è valsa la pena. 

Al ritorno dall'anno all'estero mi ero prefissata tre obiettivi:

Patente
Esame d'ammissione all'università 
Finire il liceo cercando di dare il massimo

ed oggi posso dirvi che ce l'ho fatta a fare tutto!
La mia Graduation Americana... un po' più esaltante della Maturità

- Ho preso la patente a Febbraio, cercando di sopravvivere tra verifiche, interrogazioni e guide ogni pomeriggio.
- A marzo ho provato il test d'ammissione per il Politecnico di Torino e non sono passata per due punti, perciò mentre studiavo per finire la scuola e preparavo la tesina, il 17 giugno (a metà tra la fine della scuola e l'inizio della maturità) sono andata a Milano per sostenere il TOL al Politecnico: l'ho passato e ieri mi sono immatricolata nella sessione anticipata!
- Ho finito la scuola il 7 giugno e la mia media è stata probabilmente la migliore di questi cinque anni: 8.91! In totale avevo 23 crediti e anche le prove sono andate molto bene (15-13-14). L'8 luglio mi sono seduta all'orale con 65 ed ero già matura! Ho deciso di presentare una tesina che si ricollegasse al mio anno all'estero e alla commissione è piaciuta molto (magari la posterò anche qui)! Alla fine sono uscita con 97 e sono molto soddisfatta di questo percorso che si è concluso nel migliore dei modi. 

Adesso ho una nuova estate davanti e non vedo l'ora di riabbracciare la mia Host Sister, Hannah, che starà qui con me in Italia per un mesetto! Faremo un road trip in Italia e visiteremo molte città! Vi terrò aggiornati sul nostro viaggio :)

Ad oggi non so cosa farò di questo blog... mi piace molto scrivere e vorrei continuare... non so se scriverò ancora dell'anno all'estero, ma sicuramente sarò disponibile se qualcuno avesse delle domande. 
Se se avrò tempo vi terrò aggiornati sull'università e sulla vita da fuori-sede ;) sarà tutto in divenire e magari aprirò un altro blog.

In ogni caso auguro una buona estate a tutti voi che avete letto fino a qui!

A Presto!
Anna💙

2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

TESINA